home page mabasta facebook twitter vittima di bullismo bullo o bulla spettatore complice madre padre bullizzato genitore bullo bulla home chi siamo perché mabasta iniziative azioni idee partner associazioni organizzazioni media stampa contatti



Hai tutta la nostra comprensione...
...perchè hai bisogno di aiuto!
Parlane!



abal all bullies are losers
bullo Simpsons NelsonL’aggressività è un sentimento umano che fa parte di ognuno di noi, ciò che ci rende davvero "forti" è la nostra capacità di indirizzarla in modo costruttivo.
Se non hai ancora sviluppato questa capacità, lasciati aiutare.
Prova a parlarne con i tuoi genitori, con i tuoi insegnanti o con il tuo medico.
Riuscire a parlarne è già un primo importante passo.
E poi, sappi che ci sono molti casi in cui tra gli 11 e i 14 anni è piuttosto facile smarrirsi alla ricerca della propria identità. E' frequente infatti che i ragazzi in quest'età si sentano costretti a «recitare» la parte del "bullo" che, in un modo o nell'altro, gli è stata assegnata dagli amici. Niente di più sbagliato. Se stai vivendo questo tipo di esperienza, smetti subito e sarai apprezzato e rispettato dal gruppo per la tua forza di volontà e carattere deciso.

Qualche consiglio a chi si sente un po' (o tanto) "bullo":

bullo chiede aiuto
  • Se qualcuno ti innervosisce o ti fa arrabbiare per ciò che fa, cerca di spiegarglielo e cercate assieme una soluzione; se invece ti innervosisce o ti fa arrabbiare per ciò che é, non puoi pretendere che cambi: se non riesci a gestire la tua rabbia, evitalo o ignoralo.
  • Prova a pensare cosa potresti fare in alternativa: invece di minacciare, aggredire, criticare, umiliare, zittire, svalutare, canzonare, urlare, insultare, ecc… prova a dire chiaramente come la pensi e cosa desideri, prova ad esprimere la tua opinione senza offendere o mancare di rispetto agli altri.
  • Cerca di immaginare altri modi per renderti simpatico/a e popolare a scuola: il vero leader è rispettato, non temuto.
  • Prova ad investire sugli aspetti positivi del tuo carattere e sulle cose che sai fare bene.
  • Se ti rendi conto di aver assunto un comportamento da bullo, prova a parlarne con una figura adulta di riferimento (genitore, insegnante, parente, dirigente, medico), qualcuno in cui hai fiducia e che ti possa aiutare ad agire in maniera diversa.
  • Un modo alternativo e produttivo per scaricare l’aggressività è impegnarsi in attività fisiche e/o sportive, ad esempio le arti marziali.
  • Invece di sfogare subito la tua rabbia, conta fino a 10.
  • Sforzati di metterti nei panni del bersaglio: come ti sentiresti al suo posto? Cosa proveresti se fosse tuo fratello o tua sorella la "vittima" di uno o una come te?
  • Sforzati di trovare qualcosa in comune con le persone verso cui si indirizza la tua aggressività.
  • Spesso ciò che ci infastidisce negli altri è qualcosa che è anche in noi: prova quindi a ragionare sui reali motivi alla base del tuo disagio e cerca soluzioni diverse per risolverlo.



crowdfunding mabasta eppela

Home page MABASTA! - Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti Contatti