home page mabasta facebook twitter vittima di bullismo vittima di bullismo informazione associarsi segnalazione modello mabasta per scuole invito presso scuola e comune donazione sostegno aiuto home chi siamo passociati iniziative azioni idee partner media stampa contatti

bulliziotti******

Bulliziotto




I “Bulliziotti” e le “Bulliziotte” di classe sono dei normalissimi studenti e studentesse che, in poche parole, hanno il compito di tenere occhi e orecchie aperte al fine di individuare sul nascere ogni comportamento o episodio di bullismo e cyberbullismo e, per quello che è nelle loro possibilità, cercare di mettervi fine.

Quanti sono in una classe?
In ogni classe ci deve essere un “Bulliziotto” e una “Bulliziotta”. Una volta individuati, non è escluso che questi possano farsi aiutare o coadiuvare da altri compagni/compagne con le stesse caratteristiche.

Che caratteristiche devono avere?
I Bulliziotti e le Bulliziotte sono alunni e alunne che hanno alcune caratteristiche che li contraddistinguono, tra queste:
  • Sono rispettosi degli altri e, soprattutto, rispettati dalla maggioranza (attenzione, non “temuti”);
  • Per loro natura, sono contrari ad ogni forma di sopraffazione o sopruso;
  • Hanno la capacità di mettere pace e contribuire a smorzare le controversie;
  • Non si esprimono mai dicendo “Io mi faccio i fatti miei”.
Come si individuano?
Per la scelta e l’individuazione dei Bulliziotti, ogni alunno della classe può scrivere su un foglietto almeno un nome di ragazzo e un nome di una ragazza, (ma anche più nomi). Al termine dell’operazione si procederà allo spoglio delle votazioni e alla conseguente nomina del Bulliziotto e della Bulliziotta di classe (ossia coloro che hanno totalizzato più voti).

Quali funzioni svolgono?
La loro funzione principale è quella di agire e intervenire affinché non ci siano episodi o casi di bullismo/cyberbullismo in classe. Possono:
  • contrastare e risolvere sul nascere ogni focolaio;
  • farsi aiutare dagli altri compagni e compagne nel formare quello che definiamo il “contro-branco”, ossia il gruppo di studenti (decisamente più numeroso) formato dall’unione di “vittime” e “spettatori”;
  • in casi più importanti o gravi, informare il docente referente di classe o di Istituto e/o il Dirigente.
Solo per le Scuole superiori, consigliamo di eleggere anche i “Bulliziotti d’Istituto” che possono essere due/tre maschi e due/tre femmine (studenti di 4° o 5° anno aventi le caratteristiche sopra descritte).




Per commenti, consigli, suggerimenti (e critiche) relative al Modello Mabasta, entra in contatto con noi!






Le “Azioni” che qui sono elencate non sono delle “istruzioni” obbligatorie, da seguire strettamente e nell’ordine illustrato, ma sono una serie di consigli e comportamenti che ogni classe / scuola può liberamente adottare.

UN DOCENTE REFERENTE
IN OGNI CLASSE, IL
"MABA_PROF"
IL QUESTIONARIO
"MABA_TEST"
“BULLIZIOTTI” e “BULLIZIOTTE” DI CLASSE
(e di Istituto)
LA "BULLIBOX" Il "DAD"
Digital Antibullying Desk
Obiettivo finale:
"CLASSI DEBULLIZZATE"



informazione segnalazione segnalazione segnalazione segnalazione

Home page MABASTA - Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti Contatti